Dieta del digiuno intermittente: come funziona e quali benefici apporta

Anche se si tratta di una soluzione dimagrante nota già da tempo, ultimamente sta andando molto di moda la dieta del digiuno intermittente. Di seguito avremo modo di scoprire nei dettagli in cosa consiste, se è efficace e quali benefici apporta al nostro organismo. Inoltre, avremo modo di valutare anche alcuni degli effetti indesiderati che questo tipo di dieta può causare.

Cos’è la dieta del digiuno intermittente e come funziona

Come indica il termine, si tratta di una dieta che prevede dei periodi di totale assenza alimentare. Può funzionare? Secondo il principio della dieta del digiuno se creiamo un lasso di tempo in cui non assumiamo alimenti, andiamo a bilanciare l’apporto calorico complessivo e ad incidere sul metabolismo ormonale. Naturalmente, la finestra di totale digiuno deve avere una durata tale da influire su questi elementi.

Dunque, lo scopo di questa dieta è quello di diminuire l’apporto calorico, attraverso la riduzione dei pasti.

I benefici possono riguardare l’aumento della massa muscolare e il dimagrimento (inteso come diminuzione della massa grassa).

I benefici del digiuno

Arrivati a questo punto è lecito chiedersi se questa dieta funziona. Come capita spesso la risposta più corretta è: dipende.

Se nei pasti che ci vengono consentiti ci abbuffiamo di dolci e alimenti ipercalorici, il nostro digiuno sarà stato chiaramente vano. Dunque, è sempre opportuno consumare alimenti sani ed in proporzioni equilibrate, che diano il giusto apporto di vitamine, sali minerali, proteine e grassi buoni.

Inoltre, come per ogni percorso che ha lo scopo di farci perdere peso, sarebbe opportuno svolgere anche dell’attività fisica mirata. I risultati sarebbero molto più efficaci.

In questo modo, molte persone che lo hanno provato hanno ottenuto dei risultati visibili e un complessivo benessere fisico. Inoltre, una buona percentuale di uomini hanno riportato un aumento del testosterone e del desiderio sessuale. In tanti poi, hanno dichiarato una maggiore concentrazione e reattività psico-fisica, con migliori performance nel lavoro e nello studio.

Dieta del digiuno intermittente 16/8

Esistono diverse versioni di dieta del digiuno intermittente (ognuno si fa la sua, presentandola come la più efficace), alcune delle quali destano anche diverse perplessità. Ad ogni modo, quella denominata 16/8 è quella maggiormente diffusa e sembra la più ragionevole in assoluto. Vediamone un esempio.

  1. Colazione proteica, con carboidrati dall’indice glicemico medio-basso, e ridotto contenuto di grassi.
  2. Colazione completa.
  3. Attività fisica ad alta intensità. Ad esempio, body building.
  4. Pranzo completo (da consumare subito dopo l’allenamento).
  5. Digiuno di 16 ore, ovvero dal pomeriggio al mattino seguente.
Digiuno intermittente

La Guida completa al digiuno intermittente è un ottimo manuale da cui prendere spunto se vuoi seguire questo tipo di dieta.

Gli effetti indesiderati della dieta del digiuno

Una dieta non dev’essere mai seguita alla leggera e non bisogna farsi abbindolare dal guru di turno, o dalla star che ha perso 20 kg in un mese (?!). Dunque, com’è nostro solito, vi consigliamo sempre di sentire il parere del vostro medico, o meglio ancora di un nutrizionista.

La dieta del digiuno intermittente non è una passeggiata e può provocare alcuni effetti indesiderati. Vediamoli.

  • Vertigini, capogiri e mal di testa. Sintomi che possono verificarsi, in quanto il nostro organismo si deve abituare allo shock a cui lo stiamo sottoponendo.
  • Disturbi digestivi. Il nostro apparato digerente è abituato ad altri ritmi, l’improvviso digiuno così prolungato può creare stipsi o diarrea, gonfiore e dolori addominali, nausea.
  • Altri sintomi dichiarati da chi ha seguito questo tipo di dieta sono: stanchezza e spossatezza, irritabilità e sbalzi di umore.

C’è da precisare, che tutti questi sintomi sono stati avvertiti nei primi giorni di dieta. Pertanto, una buon rimedio potrebbe essere quello di intraprendere il digiuno gradualmente, per dare all’organismo il tempo di abituarsi.

Ad ogni modo, adottare uno stile di vita sano può apportare numerosi benefici al nostro organismo. Nel parla anche Valter Longo, scienziato dell’alimentazione, in La dieta della longevità, un libro che è divenuto da subito un fenomeno editoriale.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *